Placche Stabili

0
85

Quante volte si sono presentate criticità nell’eseguire una registrazione o una prova in protesi mobile?

Una placca non precisa si destabilizza sul modello, rendendo difficile l’esecuzione di un montaggio con denti prefabbricati, che non riescono ad avere così un giusto contatto e una giusta posizione, compromettendo la precisa visione di una prova sul paziente, con conseguenze negative sul risultato finale.

Quante volte ci siamo chiesti come fare a stampare una placca, senza rompere i sottosquadri di un modello in gesso o resina prototipata?
Quante volte abbiamo chiesto al clinico se la prova per D.V.O o prova denti è precisa… e ci viene risposto che le placche si muovono?
Il paziente potrebbe avere la sensazione che, la prova denti sia la copia di quello che sarà il suo dispositivo protesico finale, consentendoci di conquistare la sua fiducia già prima della consegna?

Come ottenere il risultato più simile possibile a quella che sarà la protesica finale?
La tecnologia ci può aiutare a risolvere il problema delle placche stabili?

Sistemi che oggi sembrano arcaici, ma sempre attuali, ci permettono di produrre e realizzare placche stabili, per funzionalizzare i nostri dispositivi medico protesici,
rendendo la prova una copia esatta di quello che sarà il risultato finale, rendendo più facili ed agevoli i progetti e la lavorazione, e riuscendo a utilizzare i sottosquadri gengivali come se fossero in una situazione definitiva, con bordi già calibrati e funzionalizzati, il tutto con risparmio notevole di tempo e consentendo una previsualizzazione  del risultato protesico.